Norman Foster – Sede Swiss Re

Norman Foster - Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004

Questo schizzo della sede della Swiss Re dimostra come Foster avesse concepito fin dall’ inizio la torre come una presenza incombente. Il progetto ha tenuto conto delle simulazioni al computer per lo studio del flusso del vento intorno all’edificio.

Diamo la parola al premio Pritzker 1999 NORMAN FOSTER, riguardo la Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe, Londra, 2004

 

Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004

“I fattori ecologici hanno svolto un ruolo decisivo nel determinare la forma innovativa dell’edificio. Il profilo di questa torre è paragonabile a quello di un sigaro o di un proiettile, un cilindro che si allarga a partire da terra e poi si assottiglia verso l’apice. La forma aerodinamica favorisce la circolazione del vento su tutta la superficie anziché la sua deviazione al suolo. I giardini verticali sono un elemento essenziale della strategia di ventilazione naturale e si ispirano al progetto sperimentale della sede della Commerzbank di Francoforte.

Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004

I quaranta piani sono ruotati uno sull’altro così da ottenere dei vuoti che si susseguono a spirale intorno all’edificio. Li riempiremo con le piante che contribuiranno a purificare e ossigenare l’aria dell’intera costruzione. L’assottigliamento della base riduce i riflessi, migliora la trasparenza e favorisce la penetrazione della luce naturale al pianterreno.

Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004

In questo caso abbiamo testato il modello computerizzato nella galleria del vento virtuale per analizzare il flusso d’aria intorno e dentro l’edificio. Era importante farlo per due ragioni: in primo luogo per valutare l’impatto del carico del vento su una struttura tanto alta, e in secondo luogo per testare l’efficacia della strategia di ventilazione naturale. Questi studi hanno dimostrato che l’aerodinamicità dell’edificio migliorerà anche le condizioni del vento in quella zona.”

Sede Swiss Re, 30 st. Mary Axe Londra 2004

Credit to @Architetti – i Vincitori del Pritzker Prize 1979-2010